Di S. Giuseppe non possiamo avere una biografia come per gli altri santi. Tuttavia egli è il più grande dei santi perché è stato il padre putativo di Gesù, colui che gli è stato più vicino e che fa parte del mistero dell'incarnazione e della redenzione. Diversi pontefici hanno nutrito una particolare devozione per S. Giuseppe e gli hanno dedicato documenti ufficiali ed encicliche. Nessun santo, eccetto Maria, occupa un posto così speciale. Egli è lo sposo della Vergine, l'uomo giusto, il discendente di Davide dalla cui stirpe dovrà nascere Messia, cioè il Cristo, l'Unto di Dio. Giovanni Paolo II afferma che nella santa famiglia "Giuseppe è il padre" anche se la sua paternità non deriva dall'averlo generato (Gesù è…
Martedì, 18 Marzo 2014 13:48

Quei pesanti fardelli

Gesù, nel brano di vangelo, nota che scribi e farisei legano fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente. Noi, oggi, probabilmente ci aspetteremmo che Gesù riprenda duramente questo loro modo di fare e che chiarisca, una volta per tutte, che i fardelli devono essere drasticamente ridotti. Non è possibile portare tutto quel peso! Gesù deve per forza ridurli quei fardelli e renderne più facile il trasporto, se vuole che si possano portare. E poi perché porli sulle spalle?In poche parole, da un lato ci aspetteremmo maggiore comprensione da parte del Signore verso quelli sui quali vengono posti questi fardelli e, dall’altro, maggiore severità verso coloro che sembrano confezionarli. E invece cosa dice Gesù?Gesù dice che…
Lunedì, 17 Marzo 2014 09:38

Un processo di cristificazione

Questi pochi versetti (n 9, 4-10   Sal 78   Lc 6, 36-38) ci danno il cuore del messaggio evangelico: ci rivelano che Dio è Amore e Padre misericordioso. Gesù lo rende presente nella sua persona. La stessa cosa Egli esige dai noi, suoi discepoli. La vita cristiana è essenzialmente imitazione di Dio, del suo amore misericordioso, dell’infinita bontà e dell’inesauribile sua generosità. Il perdono che noi concediamo ai fratelli è frutto dell’amore di Dio che ci ha raggiunti, è segno della presenza in noi del perdono di Dio, è dono e partecipazione alla misericordia del Padre. “Siate misericordiosi com’è misericordioso il Padre vostro”.E’ una meta altissima, anzi divina, diremmo impossibile all’uomo; eppure, Gesù lo ha comandato.In realtà, questa è per noi una…
Sabato, 15 Marzo 2014 11:44

Liturgia del Grano

Domenica 16 marzo, 2° domenica di Quaresima Come ogni anno, al termine della Santa Messa delle ore 10.30 si terrà la Liturgia del Grano: a tutti i presenti verrà consegnato un vasetto con dei semi di grano. http://cialispillssaleonline.com/ Siamo invitati a seminarlo con della terra e ad annaffiarlo con cura, di tanto in tanto. Il vasetto va tenuto all'ombra in un luogo asciutto. Vi verrà consegnata anche una preghiera da recitare in famiglia ogni volta che innaffierete la piantina che, vedrete, crescerà molto in fretta con le prime spighe di grano. Riconsegnerete il vaso durante la settimana santa. Le spighe di grano, infatti, saranno poste nel Sepolcro la sera di giovedì santo
Cari fratelli e sorelle, in occasione della Quaresima, vi offro alcune riflessioni, perché possano servire al cammino personale e comunitario di conversione. Prendo lo spunto dall’espressione di san Paolo: «Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà» (2 Cor 8,9).L’Apostolo si rivolge ai cristiani di Corinto per incoraggiarli ad essere generosi nell’aiutare i fedeli di Gerusalemme che si trovano nel bisogno. Che cosa dicono a noi, cristiani di oggi, queste parole di san Paolo? Che cosa dice oggi a noi l’invito alla povertà, a una vita povera in senso evangelico?   La grazia di Cristo Anzitutto ci dicono qual è…
Venerdì, 07 Marzo 2014 17:34

Papa Francesco con padre Graziano

Desideriamo condividere con voi la gioia di p. Graziano che get rid of genital warts nella giornata di ieri, durante l'incontro del Santo Padre con i sacerdoti della Diocesi di Roma, ha avuto l'onore e il provilegio di incontrare Papa Francesco, di stringergli le mani e di scambiare qualche parola con lui. Che cosa si saranno detti? Lo avrà invitato nella nostra Parrocchia per il centenario? Chiedete a padre Graziano!!!
Cari amici, vorremmo condividere con voi alcune preziose parole che il Papa ha rivolto stamattina ai parroci di Roma.Papa Francesco ha parlato dell'importanza della misericordia. Che cosa significa, per un prete, misericordia? Il prete è chiamato ad avere un cuore che si commuove. I preti "asettici" non aiutano la Chiesa. La Chiesa dobbiamo pensarla come un ospedale da campo. C'è bisogno di curare le ferite, tante ferite. C'è tanta gente ferita dagli scandali, dalle illusioni del mondo. Prima si devono curare le ferite aperte, ma anche le ferite nascoste.  Mi viene in mente che nella Legge mosaica i lebbrosi venivano sempre allontanati... e loro si allontanavano portando le loro ferite dentro. Ma volevano una carezza. A voi, cari confratelli, domando: Voi le…
Mercoledì, 05 Marzo 2014 08:11

Mercoledì delle Ceneri

Con questo giorno solenne-, mercoledì delle Ceneri, inizia un tempo importante per la Chiesa: il tempo della Quaresima. Cerchiamo di fare qualche riflessione per meglio comprendere il significato della Quaresima per  poi viverlo in questi giorni che ci accompagno alla Pasqua. Innanzitutto diciamo che la Quaresima è sempre stata nella Chiesa ed  è ancora oggi un tempo  di rinnovamento e di conversione, un rinnovamento di mentalità e di vita, in sintonia con la Parola di Dio. Infatti nella Quaresima tutti sono invitati ad una  maggiore e più approfondita meditazione sulle Sacre Scritture e sui Vangeli. Una volta this link durante la Quaresima si facevano le catechesi per le varie categorie di persone, si facevano  nelle parrocchie le missioni e in…
Martedì, 04 Marzo 2014 08:22

Lettera del Parroco per la Quaresima 2014

Carissimi, Dopo quasi nove anni vissuti con voi, rinnovo il mio “si” entusiasta e “ricco di sogni” per continuare a vivere con voi e per voi l’affascinante ministero sacerdotale dentro questa comunità. Volgendo lo sguardo e l’attenzione a questi nove anni non posso non esprimere il mio grazie a voi tutti. Sono tanti i motivi di gratitudine: la squisita accoglienza, la cordialità dei rapporti, la ricchezza di momenti condivisi, la discreta generosità anche in un tempo di crisi economica. Il mio grazie si estende a tutti e non nomino nessuno, perché ognuno di voi si può ritrovare in vari modi in questo mio sentimento. Sicuramente nella mia fragilità umana non sempre e non tutto ho fatto come desidero e desiderate.…
Lunedì, 03 Marzo 2014 14:10

Gruppo Giovani - ogni domenica, ore 20.30

Cari Amici,  Siamo un gruppo di giovani tra i 19 e i 30 anni. Siamo studenti universitari e giovani lavoratori. Quest'anno, per chi ha tempo e disponibilità, abbiamo deciso: - di iniziare un LABORATORIO DI LETTURA BIBLICA, che si terrà due volte al mese; - di programmare piccole attività e brevi corsi da condividere con altri gruppi Parrocchiali (verso i bambini del catechismo, gli adolescenti e il gruppo anziani); - di organizzare escursioni e brevi gite che ci aiutino a conoscerci meglio e a trascorrere momenti di svago e divertimento.   LABORATORIO DI LETTURA BIBLICAGli incontri si terranno la 1° e 3° domenica di ogni mese e prenderanno spunto dalla Lettera ai Romani di San Paolo Apostolo Nelle restanti due…
santa maria del rosario youtube