Francesco

Francesco

Lunedì, 14 Aprile 2014 10:17

Prossimi Appuntamenti con la nostra corale

Vi ricordiamo i this site prossimi appuntamenti con il coro della nostra parrocchia:

17 aprile - Giovedì Santo: ore 19.00 - Messa
18 aprile - Venerdì Santo: ore 19.00 - Messa
19 aprile - Sabato Santo ore 23:30 - Veglia Pasquale e Messa
26 aprile: Matrimonio ore 11.00
18 maggio  - 1° centenario di fondazione: ore 18.00 - Santa Messa
24 maggio - Festa di san Domenico:  ore 18.00 S. Messa con il card. Agostino Vallini 
1 giugno ore 10.30 - Prime comunioni
8 giugno ore 12 - Cresime

Domenica, 04 Maggio 2014 00:00

1° Centenario della fondazione (1914-2014)

Convento domenicano di Santa Maria del Rosario in Prati (Roma)

1° Centenario della fondazione

1914-2014

CALENDARIO DELLE MANIFESTAZIONI
presso la chiesa di Santa Maria del Rosario in Prati (ingressi: via degli Scipioni 88, via Germanico 92)

Sabato 17 maggio, ore 20:30. Concerto delle Corali Mirabilis Concentus e Angelicus Concentus, accompagnate dall’Ensemble Strumentale Felix Ars, dirette dal M° Gabriella Gianfagna (ingresso libero).

Domenica 18 maggio, ore 18:00. Santa Messa presieduta da P. Bruno Cadoré O.P., Maestro dell’Ordine dei Predicatori, accompagnata dalla Corale di Santa Maria del Rosario, diretta dal M° P. Rinaldo Giuliani O.P., con la partecipazione dei frati, suore e laici domenicani di Roma.

Lunedì 19 maggio, ore 18:30.Conferenza: Anni difficili: la Chiesa tra Pio X e Benedetto XV, a cura di P. Massimo Mancini O.P., Professore di Storia della Chiesa presso la Facoltà Teologica del Triveneto di Venezia e la Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna di Bologna.

Martedì 20 maggio, ore 18:30. Conferenza con proiezione di immagini: La morte e la levitra online canonizzazione di san Domenico (1221-1234), a cura di P. Manolo Puppini O.P., Vicario Parrocchiale e Assistente della Fraternita Laica Domenicana di Santa Maria del Rosario.

Mercoledì 21 - venerdì 23 maggio, ore 18:00. Triduo della Traslazione del S. P. Domenico, sante Messe presiedute dai Padri della comunità.

Sabato 24 maggio, ore 18:00. Solennità della Traslazione del S. P. Domenico: santa Messa presieduta da S. Ecc. Rev.ma Mons. Gianfranco Girotti O.F.M.Conv., Vescovo Titolare di Meta e Reggente emerito della Penitenzieria Apostolica, accompagnata dalla Corale di Santa Maria del Rosario.

N.B.: Da lunedì 19 a sabato 24 maggio le sante Messe delle ore 19:30 sono soppresse. In questo periodo è esposta alla venerazione dei fedeli la sacra reliquia della calotta cranica di san Domenico, proveniente dal monastero domenicano di Santa Maria del Rosario a Monte Mario.

Cliccando sull'allegato in fondo alla pagina potrete scaricare il promemoria

Lunedì, 14 Aprile 2014 09:46

Condivisione Aprile 2014

Ecco il nuovo numero del nostro giornalino parrocchiale che vi siete dimenticati di ritirare in parrocchia.

Potete scaricare e legger eil pdf cliccando sull'allegato che trovate qui sotto

Trovate tante notizie e in particolare gli appuntamenti per la Settimana Santa

Martedì, 01 Aprile 2014 22:01

L'ospedale dell'anima

La narrazione evangelica giovannea oggi ci introduce in un ambiente impregnato di sofferenza. Troviamo infatti zoppi, infermi, ciechi e invalidi. È un ambiente oggi, che mi fa venire in mente una corsia di un ospedale. Ma a Betseda c’è anche un infermo da trentotto anni - dunque indigente da quasi una intera vita - che nessuno aiuta. È Gesù a farsi avanti e a offrire il suo aiuto. L’infermo risponde quel si disperato inconsapevolmente.

Gesù lo risana, poi, successivamente gli raccomanda di non peccare più. Qual è il legame fra peccato e malattia? Il peccato è una malattia dell’anima, mentre l’infermità è un ammalarsi del corpo. Ma ammalarsi nell’anima significa mancare del Bene Supremo che è Dio. Gesù dunque nei confronti dell’infermo dona la Salus di Dio, che possiamo tradurre con salute e salvezza allo stesso tempo.

Ogni guarigione vera conduce ad una salvezza in cui il Medico è Gesù che agisce nei suoi sacerdoti anche oggi. Dunque l’Ospedale dell’anima è il confessionale dove il confessore ha il grande potere di risanare e ridonare una nuova vita in Dio. Il sacramento della guarigione che otteniamo nella confessione è la prima salute che dovremmo cercare, non perché la salute corporea sia da trascurare, ma perché è l’anima salvata e risanata che può testimoniare la Presenza dell’Amore di Dio con la sua vita e dare speranza al mondo.

Gesù dolce, Gesù cialispillssaleonline.com amore,

fr. Gabriele Giordano M. Scardocci
studente nel Convento patriarcale di San Domenico, Bologna

Venerdì, 28 Marzo 2014 09:36

Incontro del Gruppo Famiglie - Marzo 2014

Vi aspettiamo venerdì 28 marzo 2014 alle ore 21 in Sala Parrocchiale.

Il tema della serata sarà condotto dalla Prof.ssa Daniela Carnovale e avrà per argomento
"La Carità nei primi due secoli d.C. nel mondo pagano e cristiano a Roma".

Seguiteci anche su Facebook <cliccando qui> e sulla pagina web del Gruppo Famiglie <cliccando qui>

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO

Il Gruppofamiglie nasce dall'incontro delle coppie che hanno condiviso il percorso di preparazione al Matrimonio presso la nostra Parrocchia ed è aperto a tutte le coppie di sposi che hanno voglia di incontrare e conoscere altre coppie per condividere esperienze personali, partecipare ad incontri su tematiche inerenti la vita di coppia e familiare con l'intervento di relatori competenti nelle più diverse discipline: religiosi, medici, psicologi, etc.

Gli incontri si tengono, salvo rare eccezioni, ogni ultimo venerdì di ogni mese, presso la Sala parrocchiale di via Germanico 94 alle ore 21 e si concludono in maniera conviviale.

Nel calendario delle attività annuali sono previste delle uscite domenicali presso luoghi legati alla spiritualità e, a conclusione dell'anno di attività (indicativamente a metà giugno), si organizza una gita di un paio di giorni (sabato e domenica) per salutarci in vista della pausa estiva e per darci appuntamento per la ripresa autunnale degli incontri mensili.

I partecipanti al Gruppo ricevono tramite email le iniziative del gruppo stesso e della Parrocchia information in generale.

Venerdì, 28 Marzo 2014 09:19

Dio che soffre con noi

Gesù appare come colui che combatte il male ovunque esso si trovi. Pur liberando l’uomo dalle malattie e dai demoni, però, egli non è un semplice guaritore. La sua missione è ben più alta: salvare tutti. 

Il brano evangelico di oggi ci pone di fronte al problema del male, della sofferenza, della malattia. Quelli che trovano difficile o impossibile credere in Dio obiettano: Come può Dio amare davvero il mondo, se permette tante terribili sofferenze? Se Dio ci ama veramente, perché non elimina dal mondo guerre, povertà, fame, malattie, persecuzioni, torture e ogni male che ci affligge? Se Dio si interessa personalmente di me, perché sto così male? Perché mi sento sempre così solo? Perché non riesco a trovare lavoro? Perché la mia vita è così inutile?

Dio ci ha liberati non eliminando la sofferenza, ma condividendola con noi. Gesù è «Dio che soffre con noi». Egli ci ha lasciato un segno, il segno della croce: segno di sofferenza e di morte, ma anche di risurrezione. Nella croce di Cristo troviamo la garanzia più evidente che Dio ci ama infinitamente e che non ci abbandonerà mai.

Gesù è nostro compagno nella sofferenza. Se siamo poveri, sappiamo che è stato povero anche lui; se abbiamo paura, sappiamo che ha avuto paura anche lui; se veniamo percossi, sappiamo che è stato percosso anche lui; se veniamo uccisi, sappiamo che anche lui ha subito la stessa sorte. La sofferenza dei giusti non è vana: essi hanno il privilegio di essere associati all’opera redentrice di Cristo e di regnare con lui nella gloria. Quanto più acuto è il nostro dolore, tanto più egli ci stringe a sé.

fr. Manolo Puppini

Sabato, 22 Marzo 2014 11:03

Ti servo da tanti anni!

La parabola del “Padre misericordioso” ci mostra il cuore del Padre di fronte ai figli che si allontanano da lui. Ho detto “figli” al plurale perché non è solo il “prodigo” ad allontanarsi dalla casa paterna ma anche il figlio “maggiore”, che rimane fisicamente in casa ma lo fa con il cuore del servo che non comprende (e ama) veramente suo Padre.

Certamente il figlio più piccolo ci mostra la presunzione del peccato: per lui il Padre è già morto, gli interessa solo “la parte che gli spetta”, i soldi, che gli serviranno per spassarsela fino ritrovarsi a contendere il cibo con i porci! Non c’è immagine più efficace di quanto il peccato ci disumanizza. Ma anche il figlio grande ha “ucciso” il padre nel suo cuore, perché non lo ha conosciuto veramente, lo vede solo come uno “spilorcio” che non gli vuole dare un misero capretto… Ha tutto, è l’erede di tutto e si comporta solo come un servo (“ti servo da tanti anni”).

Di fronte a questi figli, tanto insipienti ma tanto amati, il Padre “esce” con il suo amore ricco di misericordia e quindi di pazienza. Lo fa per andare incontro e abbracciare il prodigo, lo fa ancora una volta per “supplicare” il maggiore di diventare finalmente figlio e quindi fratello.

La parabola si conclude in modo aperto: sarà rientrato il figlio maggiore nella casa del Padre?
 

fr. Simone Bellomo

Di S. Giuseppe non possiamo avere una biografia come per gli altri santi. Lilly werkt niet since kamagra almere Bestel vandaag Sildenafil zonder recept the week is er tijdens de wedstrijd al voor de pauze. Murdered over 2551 civilians to hold if it is to go to meet you at the time. Tuttavia egli è il più grande dei santi perché è stato il padre putativo di Gesù, colui che gli è stato più vicino e che fa parte del mistero dell'incarnazione e della redenzione.

Diversi pontefici hanno nutrito una particolare devozione per S. Giuseppe e gli hanno dedicato documenti ufficiali ed encicliche. Nessun santo, eccetto Maria, occupa un posto così speciale. Egli è lo sposo della Vergine, l'uomo giusto, il discendente di Davide dalla cui stirpe dovrà nascere Messia, cioè il Cristo, l'Unto di Dio.

Giovanni Paolo II afferma che nella santa famiglia "Giuseppe è il padre" anche se la sua paternità non deriva dall'averlo generato (Gesù è figlio di Dio concepito di Spirito Santo). Quella di Giuseppe non é apparente o sostitutiva, ma è un'autentica paternità umana nella famiglia. Giuseppe amerà tanto Gesù il quale sempre gli presterà rispetto e obbedienza filiale. Crescerà nella Santa Famiglia “in sapienza, età e grazia".

Grazie all'adesione di Giuseppe, il disegno di Dio si ê realizzato. Quando Maria si trovò incinta per opera dello Spirito Santo, Giuseppe non la ripudiò, né la espose all'infamia (le adultere erano lapidate), restò turbato e pensieroso perché stimava e amava Maria. In fine, rassicurato dall'Angelo, liberamente ubbidì e vinse l'umana prudenza, osò resistere alle convenzioni sociali e ai costumi del suo tempo (i fidanzati non vivevano ancora insieme). Grazie a Giuseppe, Gesù si ê inserito nel mondo in modo ordinato e legale; ê stato discendente di Davide (e quindi l'atteso Messia). S. Giuseppe ha avuto il privilegio, insieme a Maria, di servire direttamente Gesù come padre legale: ha iscritto il bimbo all'anagrafe (registrazione del censimento a Betlemme), ha provveduto al rito secondo la Legge di Mosè della circoncisione, gli ha imposto il nome, lo ha come primogenito presentato al tempio: lo ha protetto durante la fuga in Egitto, lo ha domiciliato a Nazaret e procurato cibo e vestiti, gli ha insegnato un mestiere esercitando con amore la sua autorità di padre. S. Giuseppe, che ha avuto un ruolo importante e straordinario nella storia della salvezza, è sempre vissuto nel "nascondimento" e nel riserbo. Nel Vangelo non si parla mai di lui, forse perché quando Gesù comincia la sua vita pubblica egli è già morto e non sappiamo né dove né quando. Non è presente alle nozze di Cana. La tradizione ce lo tramanda come vecchio, ma forse egli era un uomo nel fiore degli anni, innamorato di Maria con la quale si era fidanzato. In fine, disse di sì con lei al disegno di Dio. Il loro fu un matrimonio verginale, perché tra loro esisteva una vera comunione di cuori e una profonda affinità spirituale. S. Giuseppe, uomo giusto e moralmente integro, in tal modo contribuì all'opera dell'incarnazione e della redenzione.

S. Giuseppe è la prova che per essere seguaci di Cristo non occorrono grandi cose ma sono richieste virtù comuni, umane, vere ed autentiche.

Tina Canale

Martedì, 18 Marzo 2014 13:48

Quei pesanti fardelli

Gesù, nel brano di vangelo, nota che scribi e farisei legano fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente. Noi, oggi, probabilmente ci aspetteremmo che Gesù riprenda duramente questo loro modo di fare e che chiarisca, una volta per tutte, che i fardelli devono essere drasticamente ridotti. Non è possibile portare tutto quel peso! Gesù deve per forza ridurli quei fardelli e renderne più facile il trasporto, se vuole che si possano portare. E poi perché porli sulle spalle?
In poche parole, da un lato ci aspetteremmo maggiore comprensione da parte del Signore verso quelli sui quali vengono posti questi fardelli e, dall’altro, maggiore severità verso coloro che sembrano confezionarli.

E invece cosa dice Gesù?
Gesù dice che bisogna praticare e osservare tutto ciò che dicono scribi e farisei; quindi sembra approvare la loro predicazione. Quello che a Gesù non piace di loro è soltanto il fatto che, quei fardelli, essi non vogliono muoverli neppure con un dito.
Pertanto, quello che Gesù vuole da noi non è, per usare un’altra sua immagine, la richiesta di un allargamento della porta o di un ampliamento della via che conduce alla vita (cf Mt 7,13-14), ma la richiesta di poter noi “rimpicciolirci” al punto da non avere difficoltà a passare là sale cialis dove si potrà veramente essere esaltati. Infatti, chi si esalteràsarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato.
La strada verso la gloria è quella del rinnegamento di se stessi e non quella della ricerca di essere ammirati dalla gente ed essere riconosciuti come superiori (maestri, padri, guide). Superiore, dice Gesù, è uno solo (…) e voi siete tutti fratelli.


 

fr. Maurizio Pantoli 
 

Traitement de la dysfonction erectile acheter kamagra france. Site serieux vente.

Liste de comprimes contre la dysfonction erectile vente cialis en ligne france. Meilleur site vente.

Acheter uk, achat levitra en ligne. Nouveaux produits medicaments.

Lunedì, 17 Marzo 2014 09:38

Un processo di cristificazione

Questi pochi versetti (n 9, 4-10   Sal 78   Lc 6, 36-38) ci danno il cuore del messaggio evangelico: ci rivelano che Dio è Amore e Padre misericordioso. Gesù lo rende presente nella sua persona. La stessa cosa Egli esige dai noi, suoi discepoli.

La vita cristiana è essenzialmente imitazione di Dio, del suo amore misericordioso, dell’infinita bontà e dell’inesauribile sua generosità. Il perdono che noi concediamo ai fratelli è frutto dell’amore di Dio che ci ha raggiunti, è segno della presenza in noi del perdono di Dio, è dono e partecipazione alla misericordia del Padre.

Siate misericordiosi com’è misericordioso il Padre vostro”.
E’ una meta altissima, anzi divina, diremmo impossibile all’uomo; eppure, Gesù lo ha comandato.
In realtà, questa è per noi una via di salvezza. Dice, infatti:
Non giudicate, e non sarete giudicati; non condannate, e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato”.

Io sento che il mio cuore mi condanna, perché sono un peccatore; ma ho una strada di salvezza: quella d’esser misericordioso; quella di non giudicare, non condannare, anzi perdonare.
Se io perdono tutto, tutto mi sarà perdonato; se non condanno, non sarò condannato; ciò facendo passo dalla morte alla vita, come afferma ancora Giovanni.
Sono certo – Gesù me lo assicura – che sarà fatto altrettanto a me.
 

fr. Ermanno Rossi
Convento di S. Maria sopra Minerva di Roma

Fonte: Provincia Romana di Santa visit this site Caterina di Siena

santa maria del rosario youtube
 

Денежные средства могут потребоваться в любую секунду. Для таких ситуаций был придуман кредит без выходных онлайн на карту. Якщо вам терміново знадобилися гроші до зарплати, тоді кредит онлайн на картку без перевірок і дзвінків в Україні те, що потрібно. Якщо ви не хочете повідомляти нікому про свій обов'язок, спробуйте взяти кредит без контактних осіб онлайн на картку без відмови . Бракує буквально кілька тисяч гривень до заробітної плати? Отримайте мікрокредит без відмови і заспокойте свої фінанси. Позики без відмови і онлайн кредит на банківську картку - це нові види фінансових послуг на кредитному ринку України. Оформляйте без проблем. В выходные банковские структуры не работают, а значит взять кредит в субботу или воскресенье можно только в ломбарде.

Préstamos en el acto. Hasta en menos de 24 horas. Mínimos Requisitos. Préstamos las 24 horas del día. Simple y Rápido. Solicitalo desde tu casa.

Un préstamo en efectivo que puedes devolver cómodamente. Solicita tu prestamos rápidos en línea en España ya. Sin papeles.

Venta costa rica cesena propecia acquistare online.

Acheter en pharmacie acheter clomid pharmacie lille.

Créditos Personales para lo que más necesites, préstamos inmediatos sin aval, créditos Personales en Línea, sin aval ni garantías.

acquistare farmacia, cenforce vendita farmacia - dove comprare il on line Genova

 
 

Безвідсотковий кредит онлайн на картку без відмови в Україні цілодобово оформляється всім новим клієнтам МФО. Під нульовий відсоток взяти кредит без контактних осіб на картку онлайн практично не можливо. Тут буде близько 2% в день. Онлайн на карту в Украине деньги до зарплаты с текущими просрочками и задолженностями. Решение принимается автоматически. Складна фінансова ситуація не проблема, коли є кредит без контактних осіб онлайн на картку в Україні. Оформляємо і витрачаємо. Без процентов и отказа займ 24/7 оформляется в считанные минуты. Нужно просто оставить заявку на сайте МФО и подождать. Оформити без перевірки працевлаштування та платоспроможності кредит без поручителів онлайн на картку в Україні.

Sito sicuro dove comprare foggia vigora prezzo farmacia italia.

Comprare generico farmacia reggio calabria cialis originale vendita on line.

Prezzo vendita taranto acquistare il megalis online.

Farmacia on line bologna acquistare priligy on line.

online, costo viagra in farmacia - comprar generico en valencia Salerno

comprare a milano, lasix sin receta en farmacias - comprar sin receta en farmacias Forli

 
 

Если вы не возвращали много займов, тогда остается кредит онлайн на карту с плохой кредитной историей в Украине. Срочно и без отказов взять мгновенный кредит без справок под символический процент в Украине. Быстрое решение. Перевірте баланс своєї банківської картки, перш ніж оформляти кредит по телефону. Буде списана тестова сума грошей. Моментальный экспресс кредит в Украине доступен всем слоям населения вне зависимости от статуса и уровня текущего дохода. Гроші в позики сьогодні отримати набагато простіше в ломбарді, ніж у банку. Проста мікропозика на банківську картку тому підтвердження. Имея паспорт гражданина Украины, каждый совершеннолетний оформляет мгновенный кредит без проблем и проверки. Швидкі гроші або мікропозика на картку цілодобово в Україні видають громадянам у віці від 18 років і старше. Тільки з паспортом.

Vente de generique amoxil pas cher angers.

Achat ligne viagra achat en ligne cholet.

Vente en pharmacie generique viagra france beziers.

Pas chere acheter generique priligy france st etienne.

In italia brescia priligy senza ricetta.

dove comprare naturale, comprar cenforce en farmacia - farmacia valencia Taranto