Poco spazio ma grande cuore

Scritto da 

IL TEMPO, Quotidiano di Roma, ha dedicato un articolo alla nostra Parrocchia, al Parroco e alle attività che si svolgono nei locali doce c'è poco spazio, ma molto amore e immensa accoglienza. Ecco l'articolo che è stato pubblicato che vi proponiamo di seguito.

Entrando nella parrocchia Santa Maria del Rosario in Prati si rimane subito colpiti. Varcata la soglia d'ingresso della bella chiesa che domina via Germanico, ci si accorge subito che oltre un piccolo atrio e l'ufficio del parroco, padre Graziano Lezziero, che viene adibito anche a magazzino, non rimane molto altro. Tradotto: tutte le attività che coinvolgono i circa 8mila parrocchiani, le riunioni e gli incontri tenuti dal parroco stesso, avvengono in queste due aree o, al massimo, sulla piccola scalinata della struttura. Un problema insormontabile? Un impedimento per lo svolgimento della vita parrocchiale? Neanche per sogno. «Ci sono un'infinità di parrocchie - spiega padre Graziano - che hanno spazi sconfinati, oratori enormi e numerosi campi da calcio, tuttavia a mancare sono i ragazzi». Non basta infatti avere ampi spazi e strutture all'avanguardia se la presenza del parroco non si fa sentire, né fisicamente, né spiritualmente: «Quello che qui difettiamo in termini di spazio, compensiamo con il cuore. Papa Francesco ha detto: "i pastori devono puzzare di pecora", altrimenti non sono pastori, sono solo supervisori che non toccano con mano ciò che gestiscono. Ecco questo vale anche per i parroci, se non ci mettono il cuore i ragazzi se ne vanno». E di cuore padre Graziano - sacerdote siculo che ha vissuto una vita tra Montepulciano in Toscana e Sassari - ce ne mette molto e il suo territorio gliene è grato. Un territorio di molti anziani (gran parte dei quali soli), ma anche molti ragazzi che con entusiasmo partecipano alle attività parrocchiali. Tra queste ricordiamo il gruppo Giovani, che si incontra ogni domenica ed è rivolto a una fascia d'età che va dai 19 ai 30 anni. Questi incontri sono un'occasione per parlare di ogni tipo di tematica, da quelle riguardanti la società attuale a quelle prettamente spirituali. Ma anche i piccoli e piccolissimi hanno le loro occasioni di confronto. Il gruppo Freedom e il gruppo Smile riuniscono, rispettivamente, ragazzi e ragazzini dai 14 ai 18 e dai 12 ai 14 anni. Nell'atrio della parrocchia, se non addirittura nell'ufficio del parroco, non importa. L'entusiasmo e la voglia di stare insieme non manca, quindi altro non serve.

Non manca l'attenzione rivolta alle giovani coppie che, grazie al gruppo Famiglie, ogni ultimo venerdì del mese si incontrano per affrontare i temi legati alle difficoltà di queste ultime in una società frenetica e difficile come quella odierna. Sono oltre 25 le coppie che prendono parte a questo gruppo e il numero continua a crescere. Ma un tratto distintivo di questa realtà è sicuramente la musica in tutte le sue forme. Se in ogni parrocchia che si rispetti non può mancare un coro parrocchiale - in questo caso molto attivo e ricercato, tanto che non mancano le tournèe in Italia e in Europa - l'anima della parrocchia è anche molto "Hip hop". Negli ultimi anni si è infatti formata un'asse artistica tra padre Graziano e uno dei guru dell'hip hop italici: Giuseppe Marino, da tutti conosciuto come "Alosha". Questo artista, talent scout, tiene infatti lezioni all'interno della parrocchia per i tanti cultori del genere e non solo. Inoltre organizza anche spettacoli musicali di cui è autore e coreografo. In questi spettacoli vengono interpretate poesie di un paroliere d'eccezione. Chi? Proprio lui, padre Graziano Lezziero. Un pastore, un poeta, un uomo di Chiesa. «Noi tiriamo avanti finché possiamo, con le nostre forze e con il nostro cuore - spiega il sacerdote - finché non decidiamo di tirare i remi in barca. Se questo non accade è solo grazie alla fede nel Signore, che ci dà la forza di andare avanti».

Ugo Cataluddi

Fonte: ll Tempo

santa maria del rosario youtube